skip to Main Content

Lunedì - Venerdì

9.00 – 12.30
14.00 – 20.00

Prenotazioni

CERVICALGIA

Cervicalgia: tutto quello che c’è da sapere

Non tutte le patologie necessitano di interventi chirurgici. Si parla di medicina fisica e riabilitativa in riferimento a patologie che necessitano di “sola” riabilitazione. Ne sono un esempio la cervicalgia, le ernie e le protusioni da non operare.

Poiché la cervicalgia è una patologia comune, vediamo insieme di cosa si tratta. 

La cervicalgia è un’infiammazione che provoca dolori a livello cervicale, ossia al collo. Il dolore solitamente si irradia verso i muscoli trapezi delle spalle e nei casi più severi nelle braccia.

Quali sono le cause della cervicalgia?

La cervicalgia si sviluppa a seguito di uno stress meccanico e scorretto che s’individua nelle strutture della cervicale, ossia vertebre, legamenti, muscoli e dischi intervertebrali. Questo tipo di stress può avvenire in modo inaspettato, senza nessuna apparente causa, a seguito per esempio di una postura errata prolungata nel tempo. Ma non solo. Anche un colpo brusco e improvviso come un colpo di frusta a seguito di un esercizio fisico errato o un incidente,  potrebbe causare la cervicalgia. 

Mai sottovalutare il dolore

I sintomi del dolore al collo possono variare in gravità e durata. Spesso la cervicalgia è acuta e dura solo un paio di giorni. Altre volte può diventare un dolore cronico. Il dolore al collo può essere lieve e non interferire con le attività o la vita quotidiana, ma anche grave e causare difficoltà non indifferenti. 

Gli episodi di cervicalgia, anche se acuti e presenti per pochi giorni, possono comportare delle conseguenze o essere un campanello d’allarme per dei problemi forse già presenti.

Come comportarsi?

Si consiglia di provare a muovere il collo con movimenti piccoli e naturali, eseguendo poi degli allungamenti della muscolatura. In caso di dolore persistente, meglio rivolgersi a un medico. Il dolore legato alla cervicalgia infatti può essere di natura muscolare o rappresentare la manifestazione di problematiche più serie, come per esempio la sofferenza di un disco intervertebrale. 

È bene preoccuparsi quando il blocco cervicale aumenta nel tempo. Se si è soliti soffrire di un paio di episodi di cervicalgia all’anno e si nota un incremento degli stessi, meglio indagare con una visita 

Prenota una visita

    Il sottoscritto, presa visione dell’informativa privacy di cui all’articolo 13 del Regolamento (UE) 2016/679 e della privacy policy di GeneaBiomed S.r.l. riportata su questo sito, ai sensi dell’articolo 9 del citato Regolamento, acconsente al trattamento ed alla comunicazione ai soggetti ivi indicati dei propri dati

    Back To Top