Visita Medico Sportiva: l’appuntamento annuale per gli amanti dello sport

Professionisti o amatori poco importa. Lo stato di salute della persona è un diritto indistinto di tutti. Per assicurarsi che le proprie condizioni fisiche siano al top e il corpo sia pronto a sostenere i ritmi dell’attività fisica, la Visita Medico Sportiva è un appuntamento annuale da non dimenticare mai!

Per meglio spiegare l’importanza e il valore aggiunto che la Visita Medico Sportiva offre a chi pratica attività fisica regolarmente, ci siamo recati presso Genea Biomed, a Chivasso, dove abbiamo intervistato il Dottor Verzini, Responsabile di Medicina dello Sport della struttura.

Perché è importante sottoporsi ogni anno alla visita medico sportiva?

Il primo passo da compiere prima di iniziare qualsiasi attività sportiva è un check-up medico specialistico per accertare di non correre rischi nello svolgimento della disciplina, sia a livello amatoriale, sia a livello agonistico.
La visita medico sportiva rappresenta, dunque, le fondamenta per impostare gli allenamenti in modo sicuro, diminuendo le possibilità di inconvenienti indesiderati e… evitabili!
A seguito della Visita Medico Sportiva, infatti, si avrà un quadro generale del proprio stato di benessere fisico: dalle condizioni di salute cardiache a quelle polmonari, all’esclusione di eventuali patologie latenti e pregresse.
La cadenza del check-up medico è annuale proprio per avere un quadro dello stato di salute il più possibile attendibile e aggiornato.

Dove e come deve essere eseguita la visita medico sportiva?

Trattandosi di salute dovrebbe essere ovvio e scontato che la Visita Medico Sportiva sia eseguita presso un Centro Medico Specializzato. Questo al fine di garantire risultati attendibili e completi. Il Centro Medico Genea Biomed di Chivasso è strutturato per accogliere tutti gli sportivi che desiderano o che devono prenotare l’annuale Visita Medico Sportiva.

La legge italiana prevede che con cadenza annuale gli atleti si sottopongano a una serie di accertamenti clinici per il rilascio del certificato di idoneità alla pratica non agonistica e agonistica di attività sportive.

Per quanto riguarda l’idoneità non agonistica è prevista una visita clinica comprensiva di:

  • anamnesi
  • esame obiettivo
  • misurazione della pressione arteriosa, dell’acuità visiva, del peso e dell’altezza
  • un elettrocardiogramma a riposo.

Per il rilascio dell’idoneità agonistica, oltre a quanto previsto per la non agonistica, è richiesto

  • un esame delle urine
  • una valutazione della funzionalità polmonare con un esame spirometrico
  • un elettrocardiogramma sotto sforzo e dopo sforzo

A seconda poi dello sport praticato, possono essere richiesti esami integrativi specifici per i rischi connessi alle varie attività sportive. Ad esempio un controllo otorinolaringoiatrico nei praticanti attività subacquee, l’elettroencefalogramma per le discipline veloci dello sci alpino ecc.

Sport e visite mediche sportive al tempo del Covid

Terminato il lockdown, anche le attività sportive sono tornate a essere praticabili da tutti. Il tutto seguendo le Linee Guida Ministeriali legate all’emergenza Coronavirus e con qualche accorgimento aggiuntivo volto a tutelare le persone e garantire la massima protezione ai pazienti.

Come Genea Biomed, posso dire che lo svolgimento delle attività di visita non ha subito particolari stravolgimenti. Da sempre utilizziamo materiali monouso, oltre alla dotazione dei dispositivi di protezione individuale e alla costante attività di sanificazione degli ambienti. Abbiamo da sempre cercato di organizzare le visite cadenziandole in modo da ridurre al minimo, se non azzerare i tempi di attesa, con il conseguente automatico rispetto delle distanze previste dal distanziamento sociale.

Come si sta evolvendo la Medicina dello Sport

Spesso il concetto di Medicina dello Sport è associato al rilascio delle idoneità sportive.

Oltre all’assistenza in ambito sanitario per la parte di gestione infortuni, redazione di piani di lavoro di atletizzazione e programmi alimentari, si sta andando verso una direzione più “scientifica” con l’analisi delle performance.

Nello specifico, come Genea Biomed ci siamo dotati di dispositivi per la rilevazione di parametri legati alla biomeccanica e al movimento. Questi possono mettere in risalto le aree di lavoro su cui l’atleta in fase di preparazione atletica può ottenere miglioramenti e andare a intervenire a livello di prevenzione infortuni.

 

Per chi desidera prenotare una Visita Medica Sportiva presso Genea Biomed o avere informazioni può telefonare allo 011-9101573 o scrivere una mail a info@geneabiomed.it

 

Leave a reply