Perdere peso: affidati a uno specialista

Quando si pensa alla parola dieta, si è soliti associarla al dimagrimento, soprattutto per motivi estetici, piuttosto che per motivi di salute. In realtà, la dieta è l’insieme dei nutrienti che compongono la nostra alimentazione ed è parte attiva del nostro stile di vita.

Chi vuole o deve perdere peso, in ogni caso, deve affidarsi a uno specialista, l’unica figura in grado di analizzare e fornire indicazioni corrette per una dieta efficace e completa, che tenga in considerazione dello stato di salute, dell’età e dello stile di vita condotto. 

Dieta sana e pasti equilibrati

La dieta sana ed equilibrata prevede scelte alimentari volte al benessere della persona. Una corretta alimentazione, infatti, è utile a prevenire il sovrappeso, oltre a tutte le patologie a esso collegate. Ne sono esempi, la sindrome metabolica, il diabete, le malattie cardiovascolari, le patologie osteoarticolari, i tumori…

Il peso deriva da un delicato equilibrio tra entrate e uscite. Al giorno d’oggi, le occasioni per mangiare non mancano di certo, e al contempo la sedentarietà prevarica sulle nostre vite. Questo significa non essere più in equilibrio, ma avere entrate, maggiori delle uscite. Per meglio soddisfare i fabbisogni dell’organismo umano, sicuramente la dieta mediterranea è quella più indicata proprio per la varietà degli alimenti e la loro combinazione. Un’alternanza tra ortaggi, frutta, cereali, olio d’oliva, legumi, latticini, carne, pesce e semi.


Nello specifico, la dieta mediterranea apporta:

  • 55-60% di carboidrati sotto forma di cereali (meglio se integrali!)
  • 10% di zuccheri semplici (esclusi quelli contenuti in latticini e frutta)
  • 10-15% di proteine (così suddivise: 40% di origine vegetale, 60% di origine animale)
  • 25-30%  di lipidi 

Qualche consiglio per mangiare sano

Ci sono alcune regole da seguire per esser certi di mangiare sano:

  • mai saltare i pasti, serve regolarità
  • attenzione alle quantità e alla qualità, via libera alla varietà
  • mangiare lentamente
  • almeno una porzione di verdura al pasto, e due volte a settimana prediligere i legumi
  • per gli spuntini…. frutta
  • carboidrati come pasta e pane… senza esagerare
  • proteine… indispensabili per l’apparato muscolare
  • meglio evitare le bibite zuccherate, gasate, alcoliche
  • limitare l’uso del sale

Metabolismo e apporto calorico

Spesso accade che chi è in sovrappeso e vuole dimagrire, non riuscendo a ottenere il risultato sperato, dà la colpa al metabolismo. Ma di cosa si tratta?


Il metabolismo basale è un numero espresso in chilo calorie (kcal) che indica l’energia consumata dal nostro corpo a riposo. Tale numero dipende dalla composizione corporea, ossia da quanta massa magra e grassa si ha. Chi possiede molta massa magra, consuma molto di più. Oltre al metabolismo basale, occorre prestare attenzione al dispendio energetico correlato alle attività quotidiane e all’esercizio fisico. Dalla somma del metabolismo basale e del dispendio energetico medio, si ottiene il fabbisogno energetico totale. Esso è differente da persona a persona, da stile di vita a stile di vita. Scegliere cosa mangiare ogni giorno a ogni pasto, fa la differenza!

La vera differenza è scegliere di affidarsi a uno specialista! Il nutrizionista è un professionista che ti può aiutare a perdere peso sia se alla base ci sono motivi clinici, sia un tuo semplice desiderio di dimagrimento! 

Leave a reply